Interior design e arredo casa: tutti gli oggetti must-have

Scritto da:
PromoRE

Lo stile, si sa, sta nelle piccole cose. Un discorso di questo tipo vale a maggior ragione quando si parla di oggetti per l’arredo di casa: l’interior design moderno, infatti, ci sta sempre più dimostrando come la parole d’ordine nelle case di oggi non sia stravaganza, eccentricità, ma dettaglio, finezza, elementi che non sono in grado di farsi notare quanto piuttosto, come disse qualcuno, di farsi ricordare.

In questo articolo abbiamo quindi voluto riunire un elenco di oggetti per l’arredo della casa che sono dei veri e propri must-have: come vedremo nelle loro descrizioni, non si tratta di prodotti necessariamente dalle grandi dimensioni, dai colori accesi o dai materiali stravaganti, ma di elementi che, pure nella loro classicità, danno un tocco di classe alle vostra casa. E, quindi, non devono in alcun modo mancare.

Luci

Le case di oggi hanno la tendenza a dare grande risalto agli spazi aperti e alle loro volumetrie, abbattendo muri e dipingendo quelli esistenti di colori eterei, bianco in primis. In questo senso le luci artificiali (ma, come vedremo in seguito, anche quella naturale) assumono un ruolo di rilievo nella definizione non solo degli spazi ma anche del gusto della casa stessa. E dopo la moda dei faretti, ancora largamente utilizzati se inseriti nel muro, oggi l’opzione must have quando si parla di illuminazione sono le lampadine (meglio se a basso consumo energetico) che non vengono coperte da alcun tipo di paralume o lampadario. In questo modo, infatti, la luce è in grado di propagarsi meglio nella stanza, aumentando gli spazi e scaldandoli con il suo calore (oltre che colore).

Stai iniziando ad arredare casa tua? Non dimenticarti nemmeno un passaggio!  Scarica la nostra checklist e segui la procedura guidata.

Vetrate

Rientra in questo discorso il trend delle grandi vetrate che sono in grado di far filtrare tutta la luce naturale proveniente dall’esterno. In questo modo l’intera casa darà un senso di “respiro” che era, invece, precluso alle case di una volta, tendenti a chiudere e delimitare gli spazi con porte e muri pieni. Una volta aperte, poi, le vetrate consentono all’aria di passare da una stanza all’altra della casa, mantenendola dunque sempre costantemente areata.

Libreria

Si tratta di un evergreen ormai senza tempo. Che sia antica come i libri che contiene o di design per le case più moderne, la libreria dà sempre un tocco di classe (oltre che di colore) a ogni casa che decida di dotarsene. In linea con quanto detto prima, poi, molto usate nelle case di oggi sono le librerie non solo modulari, che possono dunque ampliarsi o ridursi a seconda del carico di cultura che devono supportare, ma anche a giorno. Con questa definizioni si intendono quelle strutture che non vengono appoggiate al muro e che, prive di schiena, vengono posizionate tra una stanza e l’altra per fungere da divisorio senza tuttavia precludere il passaggio di luce e aria tra gli spazi: un ruolo funzionale che i libri saranno ben contenti di potere ricoprire.

Lettere e citazioni

E a proposito di letteratura, un tocco di stile molto in voga oggigiorno è quello dato da lettere e citazioni dislocate in tutta la casa. Nel primo caso si tratta a vario titolo di sculture, bassorilievi, sticker che riportano una sola lettera, normalmente quella iniziale del nome dell’inquilino o delle persone che vivono in casa: esse vengono riposte su pianali e scaffali a fungere da nuovi soprammobili ricchi di significato. Nel secondo caso, invece, le citazioni possono essere appuntate tanto su bacheche e lavagne mobili quanto su pareti adibite proprio a questo: attraverso l’uso di speciali vernici che ripropongono materiali altri dal semplice intonaco (come, per esempio, l’ardesia), è possibile scrivere la citazione col gessetto sul muro e cancellare quando si vuole.

Go green

In linea con una rinnovata attenzione per il pianeta e per il “verde” di cui esso si fa portatore, le nuove case hanno appreso la lezione del “go green” e l’hanno portata in cucina, nel living, addirittura in bagno. Le piante, infatti, invadono gli spazi domestici, diventando loro stesse inquiline: da quelle più grandi, meglio se ubicate in zone lontane dalla camera da letto, a quelle più piccole, che entrano a pieno diritto nell’arredamento di casa a fianco dei bicchieri della cucina, della televisione del living o degli spazzolini del bagno.

checklist arredamento