Progettare con materiali pet-friendly

Scritto da:
Amelia Valletta

La ricerca sui materiali edili è in continua evoluzione.
Migliorare le prestazioni riducendo l’impatto ambientale, un obbligo. Evidenziarne qualità espressive e potenziale linguistico, un desiderio. Creare ibridazioni percettive generando stupore, una visione.

Nell’edilizia residenziale, uno dei temi emergenti riguarda l’uso di materiali pet-friendly, ovvero adatti a contesti in cui si vive con un amico a quattro zampe.
A cominciare dal pavimento, la base. Se si è in procinto di ristrutturare casa, consiglio di orientarsi su materiali:

  • con superfici piacevoli al tatto
  • con superfici antiscivolo
  • semplici da pulire e se possibile trattati con prodotti antibatterici sufficientemente robusti per evitare che si usurino troppo presto diversi per natura, grana e dimensioni, in modo che l’animale possa esperire diverse qualità superficiali.
Del resto, a chi non piace camminare in casa a piedi nudi? Si tratti di un caldo parquet in legno d’olmo o di mattonelle in pastina di cemento, di marmette in graniglia o di gres porcellanato effetto pietra: scalzi fa bene al corpo e anche alla mente, rilassa e riattiva la circolazione.
Matariali e superfici che anche i nostri animali domestici apprezzano tanto.

Nei miei progetti utilizzo molto il gres porcellanato opaco o granigliato.
Recentemente ho scoperto la ceramica antibatterica Protect dell’azienda Lea Ceramiche. Un impasto di alta qualità cui viene aggiunto un composto con argento ionico che elimina i batteri con cui entra in contatto a prescindere dall’usura e dalle condizioni climatiche.
Anche le piastrelle sono adatte per un pavimento a prova di animali. Preferisco le lastre di grandi dimensioni con superfici grippanti e posate in modo che le fughe siano ridotte ai minimi termini proprio perchè è li che si insinua lo sporco.
Trovo particolarmente belle le cementine, meravigliose se sono quelle prodotte dalla fabbrica di Tessieri a Lucca che ho recentemente visitato.

Il parquet nobilitato o in legno massello, per quanto bello alla vista e piacevole al tatto, si presenta più complicato da tenere rispetto a un laminato che, di contro, può essere molto scivoloso e rendere poco agevole la vita dell’animale.
Se non si vuol rinunciare al senso di calore, accoglienza e rilassatezza che questo bellissimo materiale restituisce e si è pronti ad accettare un pavimento “vissuto”, io preferisco il legno vero.
In presenza di animali domestici, suggerisco alle famiglie di orientarsi su listoni in massello grezzo, anche per eventuali scale interne.
Manutenzione e piccole precauzioni consentiranno di prevenirne l’usura e tenerlo sempre vivo e luminoso.

 

Visita alla Fabbrica di Tessieri Lucca, 2020

Tessieri 1

FLORIM:  serie Cottage Forest gres porcellanato 45×45 effetto pietra

FLORIM-1

IrisCeramica: serie WHOLE chevron colore bianco

IrisCeramica-1

Legni: parquetin legno massello o nobilitato

Legni (1)

Gres: pavimento in gres porcellanato effetto legno.

Gres

articolo scritto da
AmeliaVallettaDesign
@ameliavalletta_design